• Senza categoria

È dura per chi molla

Non è il come, ma il perché.

La tristezza trapassata per osmosi alle attività, la rabbia per l’immobilismo del metodo, il sapore amaro della sconfitta nei confronti di un gruppo che t’ha cresciuto.

Così parte e così finisce la morte della volontà di cambiare il mondo.

Le tue idee non attecchiscono, non fanno breccia nel muro della routine, rimangono inascoltate in ore e ore di discussioni senza uscita.

La tua voglia di spaccare la realtà si affievolisce, si uniforma, si modella su pensieri già pensati.

Ti restano solo i ragazzi, ma anche loro intravedono che qualcosa è cambiato, che quella scintilla che teneva tutto acceso adesso fatica ad ardere.

Ti chiudi e pazienti, mentre sai benissimo che dentro di te sta morendo l’essenza stessa dello scoutismo.

Non è il come, ma il perché.

“Vuoi davvero lasciare ai tuoi occhi solo i sogni che non fanno svegliare?”
(Faber)

Potrebbero interessarti anche...