• Senza categoria

Me so dimenticato il sacco a pelo

So un tipo che c’ha la memoria corta, non me ricordo manco quello che ho fatto ieri a staffe, non me ricordo i campi che ho fatto e manco le attività ( cerco sempre de riciclà un’attività ma niente, non me le ricordo! ).

Ma alcune cose popo non te le poi dimentica e so i momenti epici che hai vissuto, so e cazzate che te so successe! Stavo al mio secondo anno de aiuto capo reparto, al campo, l’uscita di reparto di due giorni.

Me preparo lo zaino, sacco a pelo, acqua, materiale pe nun pia la pioggia e na cosa fondamentale pe i malati de testa come me, a macchinetta fotografica cor cavalletto ( so un tipo che va a letto alle 3 de notte perchè dall’1, dopo che avemo finito de fa staff, pio la macchinetta e me piace fa le foto de notte, paesaggi deserti, foto che sembra giorno e soprattutto nessuno che te rompe rcazzo ).

Partiamo, il posto era molto vicino al campo, arriviamo e facciamo tutte quelle cose che se fanno ai scout: magnamo, n’attimo de fuoco, preparamo er rifugetto quello easy pe vedè le stelle mentre dormi eppoi tutti a dormì.

Io me metto a fa le foto alle persone che dormono, al paesaggio, alle persone che dormono cor paesaggio dietro. Anche i capi sta stavano a preparà pe andà a dormì e m’hanno convinto a smette de fa le foto cher giorno dopo era pesante, sveja prealba.

Metto a posto a macchinetta, cerco il sacco a pelo, cerco il sacco a pelo, cerco il sacco a pelo e niente non lo trovo, dentro no zaino da 40 litri più de tanto non poi cercà.

L’altri me guardano, non ero incazzato deppiù, e me chiedono:

– “che è successo?”
– “niente… me so dimenticato er saccappelo”

ovviamente gli altri capiscono il mio dolore e rodimento di culo e ovviamente scoppiano a ridere.

Che ve devo dì, quea notte nun ho dormito un cazzo un freddo cane… e le foto manco so venute, prima de andà a dormì l’altri m’hanno fatto notà che c’era n’attimo de condensa sur vetro dell’obbiettivo.

Me piano ancora per culo…

Potrebbero interessarti anche...